Skip to main content

FESTIVAL DELLE COLLINE TORINESI

Ordalie

Théatre de 13 vents Cdn Montpellier / Chrystèle Khodr
In scena: Teatro Astra

30 > 31 ottobre

Gli uomini competono per il potere. Occorre un’azione che spezzi il ciclo delle violenze. Prendendo spunto da I pretendenti alla corona, opera giovanile di Ibsen, Chrystèle Khodr, artista di Beirut, riflette sulla storia del suo paese, il Libano. E si chiede: “Potremmo finalmente vivere sulle nostre rovine?”

v.o sott. it

prima

Testimoni del fallimento del governo in Libano dopo la fine della guerra civile, i quattro attori, in rottura con la rappresentazione tradizionale e idilliaca del modello nazionale, si uniscono per porre fine al ciclo di distruzione e impunità in cui sono cresciuti. Per una sola notte crederanno nella loro salvezza. Da testimoni, vorranno diventare attori. Lo spettacolo mette in discussione il rapporto tra la generazione del dopoguerra e la pace civile apparente, ispirandosi al dramma I pretendenti alla corona di Ibsen.

 

 

 

Galleria fotografica


  • Durata
    90 min

Orari


  • Mer 30 Ottobre
    21:00
  • Gio 31 Ottobre
    19:00

Crediti


  • ideazione, drammaturgia e regia

    Chrystèle Khodr
  • liberamente ispirato a

    “I pretendenti alla corona” di Henrik Ibsen
  • con

    Rodrigue Sleiman, Roy Dib, Élie Njeim, Tarek Yaacoub
  • scene e luci

    Nadim Deaibes
  • suono

    Ziad Moukarzel
  • aiuto regista e cura dei sottotitoli

    Walid Saliba
  • production :

    Théâtre des 13 vents CDN Montpellier
  • coproduzione

    Théâtre Garonne scène européenne – Toulouse, Théâtre Nanterre – Amandiers – Centre dramatique national, Comédie, Centre dramatique national de Reims, Scène Nationale d’Albi – Tarn, FONDOC – Fonds de soutien à la création et à la diffusion de la Région Occitanie
  • con il sostegno di

    La Chartreuse Villeneuve-lez-Avignon – CNES – Programme NAFAS – Association des Centres culturels de rencontre (ACCR) du Ministère de la Culture, Printemps des Comédiens dans le cadre du Warmup
  • con il supporto di

    l’ONDA – Office national de diffusion artistique